ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto più di due anni fa, quindi le informazioni riportate potrebbero non essere più valide. Ti chiedo di tenerne conto e di segnalarmi eventuali informazioni in merito lasciando un commento in fondo alla pagina. Grazie!

Guida SEO per WordPress

Sin dalla sua nascita, WordPress è sempre stato considerato come uno dei sistemi di gestione di contenuti (CMS) più SEO friendly perché si adatta bene a progetti web che puntano molto sul posizionamento organico nei motori di ricerca.

Esistono, però, alcuni semplici procedure da attuare per rendere un blog o un sito web basato su WordPress ancora più “accantivante” agli occhi dei motori di ricerca.

Questa breve guida è rivolta ai principianti di WordPress, a coloro che si trovano ad utilizzare questo CMS per la prima volta e hanno la necessità di migliorare il posizionamento del proprio sito web su Google e gli altri motori di ricerca.

Come impostazione di default dei propri URL, WordPress utilizza una struttura poco SEO friendly, ad esempio: https://wplab.it/?p=92.

Dove “p” indica l’ID del post che il sistema deve andare a richiamare dal database.

Questo sistema seppur molto efficiente in termini di prestazioni e funzionalità, pecca dal punto di vista SEO.

Per ragioni SEO e per facilità d’uso si dovrebbe sempre avere una struttura di URL composta da parole chiave che indichino il contenuto della pagina o dell’articolo.

Nell’area di amministrazione di WordPress è presente la sezione Impostazioni permalink che consente di modificare la struttura degli URL in modo da ottimizzarli da un punto di vista SEO.

Come modificare i permalink di WordPress

  • Accedi all’area di amministrazione.
  • Clicca su Impostazioni e poi su Permalink.
  • Nella pagina Impostazioni permalink seleziona l’opzione Nome articolo.
Come modificare i permalink di WordPress

In questo modo gli URL del tuo sito conterranno le parole presenti nei titoli degli articoli e delle pagine e saranno più facilmente indicizzabili dai motori di ricerca.

Controlla la visibilità ai motori di ricerca

Questo è un passo veramente molto semplice, ma altrettanto importante.

  • Nel pannello di controllo di WordPress clicca sulla voce Impostazioni poi su Lettura.
  • Nella pagina Impostazioni di lettura alla voce Visibilità ai motori di ricerca assicurati che la dicitura “Scoraggia i motori di ricerca ad effettuare l’indicizzazione di questo sito” sia disabilitata.
Controlla la visibilità ai motori di ricerca

Da notare che alcuni sistemi di hosting che hanno WordPress preinstallato oppure hanno dei sistemi di installazione autonoma di WordPress, possono installare il CMS con questa impostazione attiva di default che impedirà al sito web di essere indicizzato dai motori di ricerca.

Installa un plugin SEO

Uno dei principali e più apprezzati vantaggi nell’utilizzare WordPress rispetto ad altri CMS è la possibilità di installare in maniera semplice e veloce dei plugin che aggiungono nuove funzionalità al sito web.

Esistono davvero tantissimi plugin SEO per WordPress tra cui scegliere molto utili per ottimizzare le nostre pagine dal punto di vista SEO.

Siccome questa è una guida rivolta ai principianti, di seguito elencherò soltanto alcuni plugin semplici da utilizzare anche per chi è alle prime armi, ma che reputo comunque utili per posizionare il proprio sito web sui motori di ricerca.

All In One SEO Pack, FV Simpler SEO e The SEO Framework

Prima di tutto, ti serve un plugin che permetta di aggiungere facilmente i meta tag principali (Title e Description) alle pagine del tuo sito web.

In questi anni di utilizzo WordPress ne ho provati parecchi ma i miei preferiti sono tre: All In One SEO Pack, FV Simpler SEO e The SEO Framework.

Sono tutti e tre gratuiti anche se All In One SEO Pack ha anche una versione Pro a pagamento e The SEO Framework offre la possibilità di acquistare delle estensioni a pagamento.

Il primo è tra i plugin più utilizzati, è un plugin SEO completi che permette operazioni di personalizzazione SEO molto avanzate.

FV Simpler SEO e The SEO Framework sono un plugin meno conosciuti ma non per questo meno efficienti.

Personalmente consiglio questi ultimi due a chi è alle prime armi, perché hanno impostazioni limitate da configurare e fanno comunque molto bene il loro lavoro.

Magari provali tutti e tre (su un sito di testing) prima di decidere il tuo preferito.

Google XML Sitemaps

Per favorire l’indicizzazione del nostro sito web da parte dei motori di ricerca, una mappa XML del sito è sempre consigliabile.

Fondamentalmente si tratta di una lista di tutti i link sul vostro sito web che si desidera indicizzare: questa lista può essere caricata tramite Google Search Console in modo da poter comunicare a Google i contenuti del tuo sito web.

Mentre The SEO Framework e All In One SEO Pack hanno integrata la possibilità di generare un sitemap XML del sito, se decidi di utilizzare FV Simpler SEO dovrai ricorrere ad un altro plugin che ti permetta di creare la sitemap del tuo sito web automatica.

Personalmente ho utilizzato su molti miei siti web Google XML Sitemaps e mi sento di consigliarlo perché mi sono sempre trovato molto bene.

Installa un plugin per il social bookmarking

Ormai tutti sono a conoscenza di quanto negli ultimi anni sia sempre più importante l’influenza social in termini di ranking, inoltre è importante anche per generare traffico e nuovi follower.

Quindi, è consigliabile aggiungere alcuni pulsanti di social bookmarking sul proprio sito web (come ad esempio i pulsanti di Twitter e di Facebook), in modo da incentivare i visitatori a condividere un articolo o una pagina sui social network

Qui di seguito ti segnalo alcuni plugin che ho usato e ho trovato utili, ognuno di essi hanno funzionalità e particolarità differenti quindi, come sopra, ti consiglio di provarli tutti e scegliere quello che più si adatta alle tue esigenze.

Jetpack by WordPress.com

Jetpack by WordPress.com è un plugin sviluppato da Automattic, l’azienda che ha creato WordPress.

Non è un semplice plugin che aggiunge pulsanti di condivisione ma ha una svariata serie di funzionalità che puoi decidere se attivare o meno.

Tra queste funzionalità ti segnalo un contatore di visite che crea statistiche sugli accessi al sito, dei widget extra da visualizzare sulla sidebar, un form contatti e tante altre ancora. Sicuramente da provare.

È gratuito, ma necessita di una registrazione a WordPress.com.

Simple Social Buttons

Simple Social Buttons aggiunge un set avanzato di pulsanti di condivisione sui social media per il tuo sito web come ad esempio Facebook, WhatsApp, Twitter, LinkedIn e Pinterest.

È un plugin completamente personalizzabile e puoi decidere dove posizionare quei pulsanti.

Realizza contenuti di qualità

Una volta “gettate le basi” per un sito web ben ottimizzato per il SEO, manca la cosa più importante: realizzare contenuti originali di qualità.

Questo è tuttora sicuramente il fattore di posizionamento più importante, inoltre dei buoni contenuti scritti bene, utili e interessanti spingeranno i visitatori a condividerli sui social network e creare ulteriore traffico per il tuo sito web.

Per questi motivi è indispensabile che il tuo sito web rappresenti un valore aggiunto per i tuoi utenti.

  • Pubblica con regolarità nuovi articoli utili e approfonditi.
  • Tratta un argomento specifico in ogni pagina o articolo del tuo sito web.
  • Mantieni aggiornati i contenuti del tuo sito web.

Autore: Gianluca Porzio

Appassionato di informatica fin da piccolo, mi occupo di marketing digitale e sviluppo web. Sono l'ideatore e l'autore di WPlab, sviluppo siti web dal lontano 1999, ho iniziato a utilizzare WordPress nel 2008 e modero con passione la sezione WordPress del Forum GT (adesso Connect.gt). Seguimi su Twitter @wplabit.

Lascia un commento

Share This